gloria carraro archeologa

“Che lavoro fai?”  All’inizio mi veniva difficile spiegarlo ma poi…

Il mio lavoro consiste nel far appassionare i bambini alla Storia antica.

Come? Attraverso degli incontri, dei laboratori di archeologia, in cui i ragazzi possono provare con mano quello che racconto. Fanno pratica. A volte, addirittura, riproduciamo degli oggetti utilizzando lo stesso materiale e la stessa tecnica dell’antichità. Cerco di trattare argomenti che non conoscono e che sui libri di scuola non possono trovare. Sono un archeologo speciale, non di campo (per intenderci quello che scava, che scopre gli strati di terra e magari trova dei reperti) però anch’io mi sporco le mani.

Come ho intrapreso questa strada? Iniziò tutto nel settembre del 2006. Completati gli studi in Scienze dei Beni Culturali curriculum archeologico, iniziai a cercare qualcosa da fare in questo settore. Ovviamente incontrai subito delle difficoltà, poi un giorno ebbi la fortuna di rivedere una signora che non vedevo da molto tempo: un’insegnante delle medie. Mi chiese in cosa mi era laureata e che tesi avessi fatto, così mi invitò a scuola per parlare ai suoi alunni di “Terme e impianti idrici a Novaria” e di come avevo impostato il lavoro di ricerca.

Mi preparai a quel giorno iniziando a snellire le informazioni che c’erano nella tesi, troppo di settore, e a mantenere quelle che potessero incuriosire dei preadolescenti interessati a tutto tranne che agli Antichi Romani.  Non volevo solo ripetere una lezione, così pensai a come produrre del materiale che non facesse dormire i ragazzi ma suscitasse il loro interesse. Così progettai dei giochi e individuai dei reperti da far riprodurre con vari materiali.

Gli alunni si interessarono subito all’argomento, la voce nelle altre classi si diffuse, così venni richiamata per organizzare altri incontri. La frase più bella, che mi spinse quindi ad andare avanti per la strada che avevo intrapreso fu:  la storia, spiegata e fatta in questo modo, è bella.

Ed ecco com’è nata la mia professione di Consulente Culturale esperto in archeologia didattica. Negli anni, i progetti si sono ampliati e ad oggi marchiati Vivi l’Archeologia ci sono : Archeologia a piccoli passi (per la scuola dell’infanzia); Vivi l’Archeologia. Scoprire l’Archeologia, Imparare la Storia (per la scuola primaria); Due chiacchiere con Ullo, Drusilla e un… Archeologo (per le biblioteche ed ambienti extra-scolatici).

Portando i laboratori di archeologia nelle biblioteche, le stesse dal 2009 iniziarono a chiedermi dei progetti con tematiche differenti, nacque così l’altra mia parte di Consulente Culturale. Approfondirò l’argomento… ma se intanto siete curiosi potete visitare il sito www.vivilarcheologia.it nella sezione “Oltre l’Archeologia”.

Gloria Carraro